Arrivano dalla risaia: i burattini
vanno a scuola

Il teatro a scuola è lavorare in allegria con obiettivi specifici e didatticamente integrati con il lavoro programmato dai docenti.

Partendo da questa idea vogliamo proporre la realizzazione di un percorso che riunisca capacità e talento a competenze e sviluppo.

Vogliamo usare del teatro di figura (burattini, pupazzi, ombre…) per unire all’uso della lingua e della logica, la capacità creativa e manuale dei bambini.

Vogliamo che il progetto sia pensato con l’obiettivo specifico dell’integrazione scolastica di tutti gli studenti presenti nelle classi tenendo conto della multiculturalità e delle abilità diverse

FINALITÀ E OBIETTIVI DEL PERCORSO

  • Favorire una reale ed efficace integrazione nel contesto scolastico e rafforzare il senso di appartenenza al gruppo classe.
  • Potenziare le capacità di tutti gli alunni.
  • Promuovere lo sviluppo dell’autonomia personale negli alunni.
  • Migliorare la coscienza di sé.
  • Sviluppare le conoscenze spaziali e le capacità di orientamento nello spazio.
  • Sviluppare le conoscenze temporali e le capacità di orientamento nel tempo.
  • Responsabilizzare l’alunno attraverso la collaborazione.
  • Introdurre alla conoscenza di linguaggi diversi.

OBIETTIVI SPECIFICI DEL PROGETTO

  • Dal gioco alla regola: imparare a conoscere la struttura di un testo e le regole per la stesura di una sceneggiatura.
  • Sviluppare la capacità di memorizzazione, la comprensione del linguaggio e la coordinazione fra parola e azione.
  • Valorizzare la capacità manipolativa attraverso la preparazione del materiale necessario all’allestimento dello spettacolo.
  • Integrare i mezzi informatici per la documentazione e la realizzazione grafica.

STRUMENTI UTILIZZATI

CONTENUTI E MODALITÀ DIDATTICHE DI REALIZZAZIONE

  • Scegliere il testo (fiaba), comprendere il testo, individuare le scene da rappresentare, partecipare a gruppi di lavoro per la stesura della sceneggiatura.
  • Ricercare costumi, tradizioni, luoghi relativi all’ambientazione della fiaba.
  • Scegliere le tecniche di rappresentazione (burattini, marotte, marionette, ombre…).
  • Ricercare i materiali e studiare gli effetti speciali (suoni, rumori, luci…).
  • Utilizzare adeguate tecniche grafiche e pittoriche.
  • Ricercare musiche in relazione all’atmosfera delle varie situazioni del testo.
  • Trovare, eventualmente,brani in lingua straniera (filastrocche, canzoni, rime…) che si integrino nel testo, ai fini del riconoscimento della specifica musicalità di una lingua.
  • Utilizzare gli strumenti informatici per effettuare le ricerche e per realizzare l’intera stesura del progetto (testi scritti, pubblicizzazione, programma per l’uso delle luci).

RISULTATI ATTESI

A conclusione del percorso sarà allestito un breve saggio – spettacolo aperto al pubblico delle famiglie.

TEMPISTICA

Incontri settimanali di due ore ciascuno, cadenzati nell’arco di due mesi da scegliere nel periodo da ottobre a marzo.
Dettagli e accordi differenti sono da valutare tra gli operatori della Cascina e il corpo docente.

ATTIVITÀ PREVISTE

  1.  Lavori di gruppo con le insegnanti

  2. Laboratori di lingua, arte e immagine, teatro e musica

  3. Lezioni interattive

ORARI E COSTI

Il costo è calibrato sulla classe (20-25 partecipanti) e comprende i materiali e la presenza di due operatori: euro 700.

NOTE

Il percorso è adatto alle scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado.
Tutte le attività proposte nel percorso didattico saranno adeguate all’età dei partecipanti.